Castello di Chambord (Francia)

Loira     Guarda la lista di castelli in Francia

Il castello di Chambord è uno dei più famosi castelli francesi e riconosciuto in tutto il mondo, che si trova nel Loir-et-Cher, nella regione Centre - Valle della Loira.

Situato in Sologne, il Domaine National de Chambord è delimitata dal fiume Cosson. Il castello si trova a 14 km a est di Blois, nel cuore della Valle della Loira.

La Tenuta nazionale di Chambord è costituito dalla grande Château de la Loire, costruita nel XVI secolo, costruita nel cuore del più grande parco forestale chiuso in Europa, circa 5.500 ettari, di cui 1.000 ettari aperti al pubblico.

Chambord, dal Medioevo al Novecento

Nel X secolo, Chambord è un castello costruito per i conti di Blois. Agli inizi del XIII secolo, in seguito al matrimonio di Maria d'Avesnes, contessa di Blois Hugh I de Chatillon, Chateau de Chambord è attaccato alla casa di Châtillon prima di passare sotto la protezione dei Duchi di Orleans nel 1397. Quando Luigi d'Orleans divenne Luigi XII di Francia nel 1498, la Fortezza Chambord è visto attaccato alla corona di Francia.

Re di Francia dal 1515, Francesco vuole creare una capitale a Romorantin e Chateau Chambord. Nel 1516, ha convinto Leonardo di lasciare l'Italia per la Francia.

Un enorme cantiere aperto nel 1519 sul sito di Chambord, per creare un casino di caccia sul sito della ex castello fortificato. Un sito faraonica, si fermò tra il 1525 e il 1526 (Francis viene poi imprigionato a Madrid). Questa interruzione cambierà il progetto Chateau de Chambord, che sarà "semplificata".

Oltre trenta anni di lavoro

Mentre ha trascorso solo 72 notti in Chambord, re Francesco I morì nel 1547, prima della fine dei lavori, che è stato completato in parte durante il regno di Enrico II e Carlo IX. I monarchi stanno lasciando gradualmente Chambord, troppo isolato. Non fino all'inizio del XVII secolo e il regno di Luigi XIII di vedere un sonno re di nuovo a Chambord. Quest'ultimo dà la Gaston d'Orléans (più giovane), che intraprende un restauro tra il 1639 e il 1642. In seguito, il Re Sole (Luigi XIV), ci saranno nove viaggi tra il 1650 e il 1685, accompagnate da Molière e Jean-Baptiste Lully. Sotto il regno di Luigi XV, Chambord è occupato dal patrigno del re Stanislao Leszczynski, re di Polonia in esilio, prima di essere dato al maresciallo Maurizio di Sassonia, che ha costruito caserme.

A cavallo del ventesimo secolo, il castello di Chambord, di proprietà del Duca di Parma, fu acquistato dallo Stato francese, 13 Aprile 1930 e divenne l'inizio della seconda guerra mondiale, un centro di smistamento nel nord dei tesori del museo nazionale della Francia.

CHAMBORD PATRIMONIO MONDIALE

Nel 1981, la Tenuta nazionale di Chambord è un patrimonio mondiale dell'UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization) e riconosciuto come proprietà di importanza per il patrimonio comune dell'umanità .

Chambord: architettura rinascimentale Capo di lavoro di

Oggi considerato uno dei capolavori del Rinascimento, il castello di Chambord è stato progettato da Leonardo da Vinci, che ha trascorso i suoi ultimi anni in Francia, ad Amboise, al fianco di Re Francesco.

Léonard de Vinci OMBRA DI AEREO SU CHAMBORD

Se il genio italiano muore prima dell'inizio del lavoro, molti osservatori ritengono che l'ombra di Vinci piatta Chambord, in particolare con la famosa doppia scalinata o le strutture a croce greca, due elementi dell'architettura del castello. Inoltre, l'architetto Dominique Cortona, ha detto Boccador, Vinci assistente ha lavorato sulla costruzione di Chambord.

Il castello progettato da Francesco I è al tempo stesso stile medievale, con le sue mura e le sue imponenti torri angolari, e di ispirazione più gotica e rinascimentale, con il suo ornamento. Ma sulle zone umide in Sologne, la costruzione del castello di Chambord richiesto l'inserimento di pali di fondazione di rovere a dieci metri di profondità per stabilire basi solide, anche se gli scavi effettuati nel 2007 mostra che il castello s ' sulla base di calcare ed i resti del castello antico risalente al X secolo.

Chambord rimane uno dei più imponenti cantieri del Rinascimento, che ha richiesto circa 220.000 tonnellate di pietra (tra cui calcare). Per accompagnare il mastio originale, Francesco ho poi costruito due ali al castello (comprese le case East Wing la residenza reale) e un altoparlante, seguendo l'esempio delle fortezze del Medioevo. Come accennato in precedenza, il lavoro è stato semplificato. In realtà, in origine, Francesco prevede di deviare il corso della Loira per ottenere il fiume Royal di Chambord. Infine, il re risolverà per cambiare il corso di Cosson, un affluente del Beuvron, per alimentare il fossato del castello.

Grande strage di residenza in cuore di una foresta piena di gioco

Il castello di Chambord si basa su una forma del corpo quadrata a croce greca, come molti monumenti italiani del tempo, tra cui la Basilica di San Pietro a Roma. Le torri del "Dungeon" di Chambord sono orientate a seguire il nord-sud, est-ovest dai quattro punti cardinali.

Il dungeon, edificio unico sui piani originali, si compone di cinque livelli di spazio vitale, tra cui ad ogni livello: quattro appartamenti e quattro appartamenti piazza circolare nelle torri. Tra gli appartamenti, i corridoi che conducono alla doppia scalinata, progettato da Leonardo da Vinci, situato nel centro del dungeon, da cui si accede al grande terrazzo che gira intorno alla prigione, dove si possono ammirare centinaia camini e la torre della lanterna che domina la scalinata e il più grande parco bosco recintato d'Europa.

Chambord, TERRA di caccia preferito Francois 1er

Perché se Francesco I decise di stabilirsi a Chambord, è per il suo parco e la foresta piena di gioco. Ma il parco non è abbastanza grande per il re che acquista superficie terreno privato per formare una zona di caccia imponente di circa 2.500 ettari.

La particolarità di Chambord Parco è quello di essere uno spazio chiuso, circondato da un muro che dovrebbe aiutare a mantenere il gioco all'interno del parco. Nel 1547, Francesco I ha creato un reale Capitanato di Hunts deve garantire che "la custodia e conservacion di ragazzi e cespugli, rossi e bestie nere".

Tra le specie che vivono nel parco nazionale di Chambord includere il Cerf Elaphe e Cinghiale, entrambe le specie simbolici di Chambord, ma anche pecore mediterranea. E 'anche uno spazio privilegiato dagli uccelli durante la riproduzione o la migrazione. Osprey possiamo osservare, le aquile avviato, picchi grigi, martin pescatori, Lulu di allodole, nightjars Europa o Dartford warblers ...

Dal 1947, il Parco di Chambord è classificato Riserva Nazionale di Caccia e fauna selvatica, e Difesa delle aree di protezione speciale nel 2006 da parte della rete ecologica europea Natura 2000.

Alcune immagini del castello

Informazioni utili

Latitudine: 47.616126
Longitudine: 1.517218
Guarda la mappa
Guarda le immagini

La mappa del Castello di Chambord