Castello di Tarascona (Francia)

Provenza-Alpi-Costa Azzurra     Guarda la lista di castelli in Francia

Il castello di Tarascon si trova sulle rive del Rodano nel dipartimento delle Bouches-du-Rhône in Francia. Per il suo notevole stato di conservazione, questo eccezionale monumento è uno dei più bei castelli medievali in Francia e in Europa, costruito all'inizio del XV secolo, dal 1400 al 1435, dai conti di Provenza-Barcellona, ​​duchi d'Angiò , ospiti dei castelli di Angers e Saumur.

Su questo sito sorgeva un primo castello, probabilmente costruito da Roubaud II, marchese di Provenza, tra il 994 e il 1010. Questo castello, parzialmente distrutto e poi ricostruito, fu occupato a metà del XIII secolo da Charles d'Anjou, conte di Provenza e fratello di Luigi IX, re di Francia. Questo castello fu ampliato da suo figlio Carlo II detto "il Boiteux". Nel 1367, il duca Louis d'Anjou, governatore della Linguadoca e fratello del re Carlo V di Francia, volle approfittare della lontananza di papa Urbano V che si era recato a Roma e dell'assenza della regina Giovanna, contessa di Provenza, in sostituzione il suo potere per quello della regina. Questa impresa è stata una nuova manifestazione dell'ambizione francese per la Provenza. Il duca d'Angiò trovò un capitano nella persona di Bertrand Du Guesclin che era stato appena rilasciato nel dicembre 1367 dopo la sua cattura nella battaglia di Nájera. Du Guesclin partì il 26 febbraio 1368 con 2.000 uomini e pose l'assedio a Tarascon il 4 marzo 1368. La città fu bloccata su tutti i lati. I trabucchi fanno diverse vittime, tra cui il clavaire di Tarascon, Martin Champsaur. La città di Tarascon capitolò il 20 o 22 marzo 1368, ma fu conquistata nel settembre 1370.

Al suo ritorno dall'Italia, Luigi II d'Angiò, conte di Provenza, il 27 novembre 1400, iniziò la ricostruzione del castello sul sito che occupava. I lavori procedettero rapidamente, ma furono interrotti pochi anni dopo e furono ripresi dal 1428 al 1435 dal figlio Luigi III d'Angiò.

L'architetto era Jean Robert a cui si aggiunsero gli scultori Simon de Beaujeu e Jacques Morel. I materiali sono stati presi in prestito dalle cave di Beaucaire. Re René apportò solo piccole modifiche dal 1447 al 1449 sotto la guida di Jean de Serocourt e Regnault de Serocourt, capitano e luogotenente di Tarascon, al fine di renderlo più abitabile e fece collocare il suo busto e quello della regina Jeanne. De Laval in un nicchia nel cortile principale. Alla fine del suo regno, il re René fece intraprendere alcuni lavori dal 1476 al 1479, come la sostituzione del ponte levatoio con un ponte fisso.

Dopo il 1481, il castello fu utilizzato solo occasionalmente dagli agenti del re. Dal XVIII secolo al 1926, il castello fungeva da prigione, soprattutto per i marinai nemici. Le depredazioni causate da questo uso vengono riparate dagli architetti Henri Antoine Révoil e Jean Camille Formigé. È durante questi restauri che viene ripristinato l'aliasing.

[Fonte: Wikipedia]

Alcune immagini del castello

Informazioni utili

Latitudine: 43.8063608
Longitudine: 4.6548904
Guarda la mappa
Guarda le immagini

La mappa del Castello di Tarascona