Castello di Oxford (Inghilterra)

Oxfordshire     Guarda la lista di castelli in Inghilterra

Secondo l'Abingdon Chronicle, il castello di Oxford venne costruito dal barone normanno Robert D'Oyly il vecchio dal 1071 al 1073. D'Oyly si recò nelle isole britanniche nel 1066 in occasione della conquista normanna dell'Inghilterra, sotto il comando di Guglielmo il Conquistatore (che gli aveva promesso numerose terre nell'Oxfordshire). Oxford divenne quindi teatro di numerosi scontri, e Guglielmo consigliò a D'Oyly di erigere un castello per dominare il villaggio. A tempo debito, d'Oyly divenne il proprietario terriero più importante dell'Oxfordshire; fra i suoi possedimenti vi era anche il castello di Oxford. Quest'ultimo non appare nel Domesday Book del 1086, ma si noti che il documento non era esaustivo, tanto che numerose erano le fortezze inglesi assenti.

D'Oyly collocò il castello nella parte occidentale della città, sfruttando la protezione naturale offerta da un affluente del Tamigi, oggi chiamato Castle Mill Stream, deviandone anche il flusso per produrre un fossato. Non è ancora certo se il maniero insistesse su un insediamento preesistente; sebbene appare chiara la sua natura di «castello urbano», incerta rimane la demolizione delle proprietà presenti sul sito prescelto. Il Domesday Book non registra alcuna demolizione, quindi la terra era con tutta probabilità già disabitata, a causa dei danni apportati dalla conquista normanna della città.
L'edificio iniziale era probabilmente un grande motte and bailey, molto simile alla struttura costruita sempre da D'Oyly a Wallingford, 19 km da Oxford. Un castello motte-and-baily consiste in una sorta di collinetta (motte) - su cui di solito si erge una dongione o una torre - e da un bailey, ovvero un cortile chiuso, circondato da una recinzione. Il motte era in origine alto 18 metri e largo 12, rinforzato (come il bailey) da strati di ghiaia e argilla rinforzata con paramento.
Intorno al dodicesimo secolo, il castello venne coinvolto da numerosi interventi; questi ultimi consentirono nel 1074, l'edificazione della St George's Tower, una torre di 9 m × 9 m che va assottigliandosi verso l'alto per mantenersi stabile. Si trattava della torre più grande del castello, caratteristica attribuibile alla felice collocazione della struttura, rivolta verso l'antica porta d'accesso ovest della città.

Lungo le mura era disposta una cappella, eretta probabilmente nell'antico sito di una chiesa. La cappella, intitolata a San Giorgio, si struttura su una sola navata ed è una tipica espressione dell'architettura normanna.
All'inizio del tredicesimo secolo, il torrione ligneo posto sulla cima del motte venne sostituito con una torre in pietra a base decagonale, alta 58 m e molto simile a quella del castello di Arundel. La torre, sebbene costituisse un notevole ingombro per il cortile interno (ristretto a soli 7 metri), era comunque fondamentale in caso di assedio: al suo interno, infatti, era collocato un pozzo.

Alcune immagini del castello

Altri castelli in Inghilterra

Castello di Bodiam

East Sussex

Castello di Nunney

Sud Ovest Inghilterra

Informazioni utili

Latitudine: 51.7516178
Longitudine: -1.2632739
Guarda la mappa
Guarda le immagini

La mappa del Castello di Oxford