Castello Alto di Celje (Slovenia)

Savinjska     Guarda la lista di castelli in Slovenia

L'antico castello di Celje si trova su uno stretto strapiombo roccioso sopra Celje. Il castello originario fu costruito nella seconda metà del XII secolo dai Conti di Vovberg provenienti dalla Carinzia che nel 1322 avevano in mano Celje ei suoi dintorni fino alla loro estinzione. Dopo un decennio di battaglie, il castello passò nelle mani dei loro eredi (1333), i signori di Žovnek, in seguito i conti di Celje.

Nel 13 ° secolo, ancora sotto il regno dei Conti di Vovberg, Celje ricominciò a fiorire in tutto il suo splendore. Inoltre nei due secoli successivi Celje interpretò uno dei ruoli più importanti nell'Europa centrale, grazie ai signori di Žovnek della valle Savinja, che nel 1322 ereditò la proprietà dei conti estinti di Vovberg.

La transizione della proprietà nelle mani dei signori di Žovnek ha significato un'evidente svolta nello sviluppo di Celje. Questo fu avvertito in particolare dopo il 1341, quando i signori di Žovnek vennero allevati dai Conti dall'imperatore tedesco Luigi di Baviera, e in seguito potevano vantare il titolo di Conti di Celje. La famiglia ambiziosa e di successo ha impresso un sigillo indelebile nel breve periodo del suo regno e allo stesso tempo ha costantemente sviluppato ricchezza, influenza e potere con abili politiche e matrimoni speculativi. Salirono come una meteora.

Con l'accumulazione di proprietà in paesi sloveni, croati e ungheresi, ottennero il titolo di Principi di Zagorje (1397), governatori civili di Croazia, Slavonia e Dalmazia (1407), Baroni ungheresi (1430) e infine nel 1437 lo stato principi. Le loro figlie erano sposate con discendenti di importanti famiglie di ciarlatani nell'Europa centrale e nei Balcani, ad es. bosniaco Kotromanići, polacco Piast e Jajelon, serbo Brankovič. La più famosa, calunniata e anche ammirata nobildonna del suo tempo Barbara di Celje, la figlia del conte Herman II. sposò persino l'imperatore tedesco e re di Ungheria e Boemia, Sigismondo di Lussemburgo.

I conti di Celje non guadagnarono la loro reputazione solo per competenza politica, ma anche per eroismo. Herman II. vinse la simpatia del successivo imperatore di Germania Sigismondo di Lussemburgo nella battaglia contro i turchi a Nikopolje nel 1396, dove salvò l'imperatore da una morte certa, dal profondo del Danubio. È anche noto come Herman II. vinse il famoso duello con l'hapsburg Duke Friderik, in seguito imperatore della Germania al torneo di Costanza sul Lago di Costanza. Il torneo di cavalieri a Costanza si tenne in onore del grande consiglio ecclesiastico, e fu allora che Herman II. aiutato anche Papa Giovanni XIII. fuga dalla città, dove fu minacciato da una cospirazione. Oggigiorno è difficile immaginare lo splendore che accompagnava i conti di Celje ad ogni passo del cammino e possiamo solo immaginare la curiosità e forse anche l'invidia negli occhi dei cittadini e dei nobili di Costanza mentre osservava l'arrivo del conte Herman, il suo figlio Friderik II. e il figlio e cognato Celje - l'imperatore tedesco Sigismondo di Luksemburg, accompagnato da 300 cavalli e 400 carri.

Nell'ultimo periodo dei conti di Celje, al tempo del Friderik II. e Ulrik, il loro potere fu mostrato anche sul campo di battaglia, soprattutto contro la potente famiglia degli Asburgo. Sebbene i principi di Celje avessero formalmente lo stesso status nella loro competizione asburgica, non volevano riconoscere l'uguaglianza. Friderik III. di Asburgo voleva emettere una fattura per i climbers sociali che fu la ragione delle guerre Celje - Asburgiche nel 1443, che si concluse abbastanza debole per gli Asburgo. I principi di Celje rimasero i principi statali e stipularono un contratto ereditario con gli Asburgo, che svolse un ruolo estremamente importante dopo l'estinzione dei Principi di Celje.

Molto diversamente e per Celje in realtà fatalmente, finì l'interferenza di Ulriks in Ungheria. Nella battaglia per la corona ungherese, che i principi di Celje desideravano, incisero molti nemici, specialmente tra i magnati ungheresi, che organizzarono una grande cospirazione contro Ulrik. Nel 1456, quando l'armata crociata difese Belgrado dall'assedio turco, il principale nemico dei Conti di Celje, l'Hunjadi dall'Ungheria uccise insidiosamente Ulrik da Celje. Non avendo eredi, la loro ascesa finì e a Celje, al funerale dell'ultimo principe di Celje, si udì una chiamata di cuore: "Conti di Celje oggi e mai più". Tre stelle gialle sulla superficie blu sono diventate solo un ricordo di un'epoca che ha significato di più per Celje e la sua storia: una piccola città lungo la Savinja non era solo una parte integrante dell'Europa centrale, ma ha anche contribuito a formare l'Europa centrale mideival.

Più tardi il castello divenne proprietà dei principi regionali e diversi custodi lo gestirono. Durante la grande rivolta contadina del 1515 un contadino ribelle lo saccheggiò, tuttavia fu restaurato nella seconda metà del XVI secolo. Successivamente ha perso il suo significato strategico e ha iniziato a rovinarsi. Nel 17 ° secolo rimase senza tetto e nel 18 ° secolo il mattone del tetto del castello fu usato per riparare il castello più basso. Il restante materiale da costruzione utile è stato utilizzato dal conte Gaisruck presso l'edificio di Novo Celje Mansion. Nella prima metà del 19 ° secolo i proprietari usarono il castello come cava e solo il conte Wickenburg, che comprò le rovine e li diede agli stati regionali stiriani, lo salvò dalla distruzione totale.

Gli sforzi di ricostruzione del castello iniziarono dopo la fondazione della Società del Museo di Celje nel 1882 e sono ancora in corso, poiché negli ultimi dieci anni è gradualmente tornato al suo stato originale.

Alcune immagini del castello

Altri castelli in Slovenia

Castello di Predjamski

Carniola Interna-Carso

Castello di Otočec

Bassa Carniola

Castello di Lubiana

Slovenia Centrale

Castello di Branik

Slovene Littoral

Informazioni utili

Latitudine: 46.2198521
Longitudine: 15.2716011
Guarda la mappa
Guarda le immagini

La mappa del Castello Alto di Celje