Castillo de La Calahorra (Spagna)

Andalusia     Guarda la lista di castelli in Spagna

Il Castello di Calahorra è uno di quei luoghi da cui la sua visione da lontano risveglia in noi un grande interesse.

Nella regione di Guadix, incorniciata in un paesaggio particolare, e in cima a una collina, si trova questa fortezza, tinta di rosso e nero a causa della polvere proveniente dalle miniere di Alquife, a soli 5 chilometri di distanza. Dalla cittadella costruita più di 500 anni fa, sono dominate le vaste terre del Marquesado del Zenete, una zona di confine con la Sierra Nevada e la Sierra de Baza.

Il castello di Calahorra fu costruito su un'antica fortezza araba. Si è dato come data "ufficiale" di inizio di costruzione 1509, essendo signore e padrone, Don Rodrigo Diaz de Vivar e Mendoza (Marqués del Zenete), ma ci sono documenti storici mostrano che il cardinale Pedro Gonzalez de Mendoza, ha iniziato a lavorare in estate del 1491. Nella primavera successiva, il prelato lasciò il territorio e lo donò a suo figlio Rodrigo. Dal 1492 al 1508, continuarono a essere eseguite le opere del castello, in cui artisti e artigiani valenciani ebbero grande importanza.

La fase più studiato e scritto circa la sua costruzione, è senza dubbio gli anni che vanno dal 1509 al 1512. I principali architetti, costruzione possiamo visitare oggi, per la segoviano Lorenzo Vázquez e Michele Carlone, architetto genovese ha portato in Spagna dal marchese di Zenete e che sostituì l'architetto spagnolo.

Una volta che il castello di Calahorra concluso nel 1513, questo fortificata immediatamente, e non è stato fino a due anni dopo, quando Rodrigo de Mendoza e la sua famiglia si stabilì in questo palazzo-fortezza, dopo aver trascorso in precedenza il tempo in casa Grenadine de la Tiña, anch'essa di sua proprietà. Il marchese dovette mobilitare tutto il suo tribunale di corte, composto da cinquanta vecchi cristiani, dove erano i cuochi, i servi, le pagine, i soldati, le signore, i portieri delle macchine fotografiche, ...

Il Castello di Calahorra ci è presentato come una fortezza, ha una pianta rettangolare, con quattro torri agli angoli, un cortile centrale e due piani di elevazione. Potremmo sembrare a prima vista un anacronismo medievale, ma se ci fermiamo per un momento ci rendiamo conto che è rinascimentale, perché i suoi bastioni sono circolari e non quadrati come lo era nel Medioevo.

Le mura di questa fortezza sono fatte di conci di pietra locale, con pochi buchi. Tre all'ultimo piano.

La sua unica porta di accesso all'interno, si trova nell'angolo nord-est e mantiene i materiali originali. E 'di piccole dimensioni, punto adovelado tutto sesto, e su di essa si trova lo scudo di Fonseca, (seconda moglie di Don Rodrigo), i bracci della famiglia Mendoza e un fleur de lis riferendosi al duca di Medinaceli. Sulla copertina c'è la seguente iscrizione in latino: «Questa fortezza fu fatta per i guardiani dei cavalieri che i re volevano denunciare»

Dopo che la porta, un piccolo corridoio aperto dà accesso al corpo di guardia, sala rettangolare, coperta con volta a crociera, in cui una piccola scala conduce al " '(cortile aperto e ad arcate) cortile. Questo patio che centra l'edificio è di due piani, ha una doppia galleria di portici, belle balaustre di marmo di Carrara e una scala artistica.

Alcune immagini del castello

Altri castelli in Spagna

Castello di Coca

Castiglia e Leon

Alcázar di Toledo

Castiglia e Leon

Informazioni utili

Latitudine: 37.1835111
Longitudine: -3.0656238
Guarda la mappa
Guarda le immagini

La mappa del Castillo de La Calahorra