Castello di Saissac (Francia)

Occitania     Guarda la lista di castelli in Francia

Il più incompreso tra i castelli "Catari" e ancora! È il più antico e uno dei più grandi, le analisi al carbone 14 su un frammento di carbone incluso nella muratura della torre ha dato la data approssimativa intorno al 900 per la costruzione di questa fortificazione.

Fu nel 960 che il castello di Saissac è menzionato alla lettera. Fino ad oggi, si è lasciato in eredità da Ugo, vescovo di Tolosa al Conte di Carcassonne.
Nel XI secolo, i signori del maniero a Carcassonne inféodent vassalli della regione e così è nato la tradizione di Saissac. La persona più famoso in questa famiglia è Bertrand de Saissac (1140-1202), patrono dei trovatori e dei Catari, è stato incluso il famoso guardiano di Raymond Roger Trencavel del 1193-1199.

Fin dall'inizio della crociata albigese contro il (1209-1229), i signori di Saissac viaggiano a Simon de Montfort, per paura di rappresaglie da parte degli eserciti crociati. La signoria e passò ai baroni del Nord Bouchard di Marly nel 1209 e Lambert Thurey nel 1234. Il maniero è poi divisa in due tra i signori del nord e un po 'nella linea di Saissac che hanno diritti e terreni, a condizione di giurare fedeltà al re di Francia e di non tollerare catarismo.

E 'probabile che dopo la crociata spostato il "castrum" di Saissac (borgo medievale fortificato, ai piedi del castello e i cui resti sono ancora visibili) presso il sito del villaggio corrente.

i fuochi d'artificio del 13 luglio del 1518 SaissacEn famiglia Bernuy (ricchi mercanti pastello) eredita il castello e trasformati in residenza confortevole. Successivamente (1565), la famiglia di Clermont-Lodeve adatta per artiglieria e durante le guerre di religione, le truppe sono alloggiati nel castello. È diventato marchesato dal 1604 sarà per la Luynes Casa 1715-1789.

Durante la Rivoluzione francese, il castello fu confiscato e venduto come bene nazionale. Diversi proprietari di successo, un tesoro cacciatori di società che la dinamite e scavano le stanze segrete invano. Tuttavia, il "Tesoro di Saissac" è stato scoperto nel 1979 durante i lavori in città: si è fatto da 2000 denari risalente alla fine del XIII secolo.

Nel 1994, l'edificio ei suoi dintorni sono stati acquistati dal comune per un franco simbolico. A seguire, 1996-2000, il consolidamento delle campagne per l'apertura al pubblico. Dal 2004 al 2006, importanti lavori sulla casa Aldonce ha consentito la riabilitazione di due stanze nello spirito del XVI secolo.

Alcune immagini del castello

Informazioni utili

Latitudine: 43.356984
Longitudine: 2.16782
Guarda la mappa
Guarda le immagini

La mappa del Castello di Saissac